28-29-30 GENNAIO 2022

I Giorni della merla - settima edizione - "Fare Anima" - a cura di Loredana Lipperini e Lucia Tancredi

Programma

calendaio dettagliato degli incontri

Consulta

ospiti

Schede dettagliate degli incontri

Consulta

Dove

Gli incontri si svolgeranno esclusivamente online e potranno essere seguiti collegandosi alla pagina Facebook o al canale Youtube di Macerata Racconta

Consulta

I GIORNI DELLA MERLA – Fare anima –


28 gennaio | 29 gennaio | 30 gennaio


Ritorna con grande attesa la settima edizione de “ I giorni della Merla. Piccolo festival d’inverno”.

Il tema della rassegna di questa edizione 2022 è “fare anima”, espressione tratta dal linguaggio dell’Alchimia che allude al processo di redenzione di tutto il mondo fisico, alla ricerca di un principio di individuazione, di salute e di luce.

É un gioco di suggestione e ispirazione, scelto dalle curatrici Loredana Lipperini e Lucia Tancredi, quello di creare un rimando con il metodo alchemico, che parte da un iniziale caos creativo per trovare una sua misura, dando libero corso alla bellezza e alla libertà d’invenzione dell’anima, anche attraverso un linguaggio capace di parlare, come nei sogni, in modo immaginifico e concreto. Una chiave di lettura capace di interpretare le angosce e il disordine di questi tempi, ma anche la speranza, il desiderio di rinascita e condivisione. 

“ I giorni della Merla” si caratterizzano per essere un festival lontano dai chiassi estivi, dalla conferma di volti noti e idee già date; piuttosto, chiede all’inverno una sosta più raccolta e una ricerca di qualità e autenticità.


Le ospiti saranno tre scrittrici d’eccezione.

Nella prima giornata di venerdì 28 gennaio, Gilda Policastro presenterà il suo ultimo romanzo  La parte di Malvasia, indagando l’anima nelle parole come un campo aperto di contaminazioni e sperimentazione al di là dei generi, dei linguaggi e dei gerghi.

Sabato 29 gennaio la studiosa Silvia Ferrara presenterà quello che figura tra i libri dell’anno,  Il salto, straordinaria indagine su come segni, simboli, icone e alfabeti abbiano prodotto, fin dalle civiltà prime, quel salto acrobatico di civiltà dal concreto all’astratto, dal corpo all’anima.

Domenica 30 gennaio l’ospite attesissima è Benedetta Craveri, una delle massime studiose a livello internazionale di letteratura francese, autrice di testi fondativi con i quali ha raccontato l’evoluzione della civiltà occidentale nei suoi scenari pubblici e privati e nei suoi personaggi più iconici. 

L’ultima biografia, dedicata alla Contessa di Castiglione, è il ritratto incendiario, conturbante e modernissimo della it-girl ottocentesca che, seducendo tutti, compreso l’imperatore Napoleone III secondo l’orchestrazione di Cavour, e puntando sulla sua immagine, ribadisce prepotentemente “ Io son mia!”


 Ogni incontro sarà accompagnato dalla musica: il raffinatissimo duo canto-violoncello con Serena Abrami e Monica Del Carpio, il polistrumentista Ldgu che spazia dalla musica sufi a quella underground,  Anissa Gouizi, una delle voci più intense del panorama italiano e non solo.

All’attrice Lucia De Luca e alla sua Strana Compagnia El Duende il compito di leggere ed interpretare le opere delle autrici.

Come è consuetudine, l’aroma e il gusto di Cose di Tè offriranno e racconteranno ogni sera una nuova miscela capace di evocare una memoria sensoriale.

“ I giorni della Merla” sono lo spin-off invernale della rassegna Macerata Racconta.

Per assistere gli appuntamenti basterà collegarsi, il giorno dell’incontro, alle 17,45 su uno dei seguenti canali